Select Your Style

Choose your layout

Color scheme

Metil Sulfonil Metano: a cosa serve e quando assumerlo

Il Metil sulfonil metano (MSM) è utile nel trattamento dei dolori  osteo-articolari  derivanti da osteoartrite e processi degenerativi e  infiammatori delle cartilagini. Anche conosciuto con il nome di dimetilsolfolone, è un composto organico presente in frutta, vegetali e semi che lo assumono direttamente dal terreno.

L’uomo e gli animali lo assumono attraverso l’alimentazione. Gli alimenti più ricchi di MSM sono il latte vaccino ed il caffè.

Lo zolfo è un componente di molti processi metabolici, la cui carenza causa diversi disturbi. Pur presente in molti alimenti, può capitare che non venga assorbito dall’organismo. In questi casi è opportuna una integrazione di MSM, un nutraceutico che aiuta l’organismo ad assorbire lo zolfo, specie se associato alla vitamina C.

L’MSM contiene lo zolfo in forma biodisponibile, quindi facilmente assorbibile dall’intestino e immediatamente utilizzabile dall’organismo.

Patologie correlate alla mancanza di zolfo

L’integrazione di MSM può aiutare nei seguenti casi:

  • infiammazione osteo-articolare. Lo zolfo è uno dei componenti principali della cartilagine articolare e conferisce ad essa stabilità e tenuta. Se manca lo zolfo, le articolazioni hanno una maggiore tendenza ad infiammarsi, provocando artriti. MSM è una molecola usata da anni in clinica per le sue proprietà antinfiammatorie ed antidolorifiche, migliorando la funzionalità articolare;
  • Degenerazione dell’articolazione causata dalla carenza dello zolfo. L’assunzione di MSM aiuta ad evitare l’avanzamento del processo di degenerazione, che predispone, l’insorgenza di infiammazioni;
  • perdita dei capelli. Spesso è un disturbo dovuto alla carenza di zolfo, di base che compone il capello. Una carenza di questo minerale può portare alla calvizie anche in soggetti molto giovani;
  • ripresa post operatoria. Lo zolfo è anche una componente del collagene, il tessuto che si forma per primo quando c’è un danno ai tessuti, esito di un intervento chirurgico. Lo zolfo è una delle componenti della cicatrice; nei casi in cui vi è una carenza importante di zolfo, i tessuti degli organi interni così come della pelle non cicatrizzano, ritardando la guarigione del paziente.

Quelli citati sono solo alcune delle patologie correlate alla mancanza di zolfo. La ricerca si sta concentrando nello studio di altri effetti derivanti dall’integrazione dello zolfo, come ad esempio: la protezione muscolare in corso di attività fisica intensa, il miglioramento della mobilità del ginocchio e la diminuzione delle complicazioni derivanti degli interventi chirugici di tipo ortopedico. Se è vero che gli esiti degli studi sono ancora incerti, è altrettanto vero che MSM non è ritenuto tossico, ed il suo utilizzo, per tempi anche prolungati, sia in studi preclinici che su pazienti, non ha evidenziato alcun evento avverso.

Author Info

Internazionale Biolife S.r.l.