Select Your Style

Choose your layout

Color scheme

Effetti della melatonina sul diradamento dei capelli

La melatonina è una molecola di origine naturale, prodotta fisiologicamente dall’organismo, mantiene e regola il ciclo sonno-veglia, tanto da essere usata come rimedio per l’insonnia e il jet-lag.

Affianco a questa funzione principale, la melatonina è in grado di generare anche altri effetti benefici sull’organismo, se assunta per lungo tempo. Uno dei più interessanti riguarda la crescita dei capelli.

Gli studi che dimostrano l’efficacia della melatonina contro il disadamento dei capelli sono recenti, quindi non molto numerosi, e non sono riusciti a fare luce sul meccanismo d’azione della molecola, tuttavia hanno messo in luce come la molecola sia in grado di stimolare la crescita del capello.

Come la melatonina interagisce con il capello

Per capire come la melatonina possa evitare il diradamento dei capelli, è importante capire come funziona il ciclo del capello, e perché i capelli, specialmente ad una certa età, tendono a diradarsi.

Il capello è a tutti gli effetti un pelo, con una struttura leggermente diversa da quella degli altri peli del corpo ma con una base praticamente identica: è composto da un bulbo pilifero, che si trova all’interno del follicolo pilifero, e da una parte che fuoriesce all’esterno. Il capello non rimane al suo posto in eterno, esso muore a causa dell’apoptosi delle cellule del bulbo pilifero. Il capello ha dunque a tutti gli effetti un ciclo di vita.

Caduto il capello, le cellule del follicolo iniziano a sintetizzarne uno nuovo, che cresce, e sostituisce quello precedente. Questo processo, finchè è regolare, evita l’instaurarsi della calvizie.

La melatonina agisce sul follicolo pilifero, al livello del quale sono presenti dei ricettori specifici, in particolare negli animali. Qui l’ormone non regola solamente il ciclo sonno-veglia ma anche una serie di modifiche relative al fotoperiodo: tanto i mammiferi quanto gli uccelli, in base all’allungamento e all’accorciamento delle giornate, mettono in atto i meccanismi di “muta”, che consistono nella caduta dei peli (o delle penne, per gli uccelli) e nella loro successiva ricrescita.

In particolare, è il buio ad indurre una crescita più intensa degli annessi cutanei. La melatonina prodotta in base alla luce ambientale, percepita tramite gli occhi, stimola sia il sonno durante le ore notturne e in modo piuttosto rapido, sia la crescita del pelo durante tutto il periodo. Con le giornate più corte, infatti, arriva l’inverno e le temperature subiscono un calo, così l’animale ha necessità di proteggersi dal freddo. Questo avviene nel periodo in cui, per più ore al giorno, viene prodotta la melatonina, che di conseguenza stimola anche la crescita del pelo.

Negli animali questo fenomeno è stato studiato in modo approfondito, mentre nell’uomo è più complesso studiarne la variante naturale perché, sebbene il fotoperiodo cali anche per l’essere umano, la luce elettrica permette di vivere giornate praticamente sempre uguali, il che rende la produzione di melatonina invariata durante il corso dell’anno.

Assumere melatonina favorisce la ricrescita dei capelli

Lo studio pilota in cieco che per primo ha dimostrato l’efficacia della melatonina sulla ricrescita dei capelli ha fatto uso di un integratore di melatonina, somministrato per diverse settimane, perchè l’effetto sul bulbo deve essere costante e continuativo. L’esito della ricerca è stato positivo: la differenza di ricrescita  nei soggetti che avevano assunto la melatonina (e non il placebo), è stata statisticamente significativa.

La melatonina ha quindi inequivocabilmente un effetto positivo sulla ricrescita dei capelli. Tuttavia è necessario effettuare altri studi per comprendere il meccanismo d’azione e in quali casi di diradamento è efficace, considerato che le cause che portano alla calvizie sono diverse. I soggetti dello studio erano affetti da alopecia, e ciò fa sperare che la melatonina possa essere efficace in tutti i casi di diradamento ma questa ipotesi va suffragata da dati certi.

Naturalmente l’assunzione di melatonina ha sempre un effetto sul ciclo del sonno, quindi va assunta in dosi adeguate e solo la sera, se non si vuole incorrere nel rischio di avere sonno durante il giorno.

 

Fonte: http://www.sitri.it/document/melatonina-e-capelli-anagen-nella-donna/

Author Info

Internazionale Biolife S.r.l.